Torna indietro

Fatturati in crescita per le aziende di vendita diretta a domicilio

02 marzo 2005

FATTURATI IN CRESCITA
PER LE AZIENDE 
DI VENDITA DIRETTA A DOMICILIO
Il 2004 si è chiuso con + 4,66%, pari a € 1.235.091.000
“E ora il Senato  vari la legge”

Il 2004 conferma il trend positivo registrato dagli associati Avedisco negli ultimi tre anni. Il fatturato totale chiude infatti con un + 4,66% rispetto al 2003, pari a

€ 1.235.091.000, contro un calo dei consumi in Italia nello stesso periodo dello 0,4% (dati Istat).  I risultati Avedisco sono pertanto da apprezzare, sia in assoluto sia rapportati alla situazione economica italiana. Dal 1969 Avedisco (Associazione Vendite Dirette Servizio Consumatori) riunisce le più importanti aziende italiane ed estere specializzate nella vendita diretta.  Attualmente gli  iscritti sono 34, che rappresentano circa il 50 per cento del fatturato complessivo del comparto. La crescita delle vendite dirette attesta anche la fidelizzazione dei clienti e la fiducia che questi ripongono negli Incaricati alle vendite, un ‘esercito’ sempre più numeroso. Oltre all’aumento del fatturato, Avedisco annota infatti pure l’aumento del numero di Incaricati, che sono passati da 157.312 a 175.269, con un incremento totale dell’11,41%. In effetti, la vendita diretta è un sistema commerciale aperto a tutti ma in grado oggi di dare la sicurezza di una professione consolidata. Le aziende investono in formazione oltre il 10% dei fatturati netti e gli Incaricati, come ha sottolineato il Direttore Area Marketing SDA Bocconi Sandro Castaldo al primo Forum Avedisco, sono effettivamente dei consulenti personali capaci di  creare con il consumatore quella relazione di fiducia e fidelizzazione che il resto del mercato in genere sta perdendo. Inoltre, le modalità della vendita diretta consentono tempi di lavoro personalizzabili e ampia gratificazione a livello umano, valori che tutte le indagini statistiche dicono essere molto importanti per gli italiani. La vendita diretta è dunque un comparto da sostenere e difendere, tanto è vero che sta finalmente andando in porto la legge voluta da Avedisco “perché nessuno possa più confondere la vendita diretta ‘sana’, che offre ottimi prodotti e possibilità di lavoro, con le vendite piramidali, o catene di Sant’Antonio - sottolinea il Direttore Avedisco Luigi Nadalini. -  La normativa, in base alla quale chi non effettua corrette vendite a domicilio rischia pene pecuniarie e il carcere è già passata al vaglio del Senato e ci auguriamo che venga approvata definitivamente entro l’anno”.

Informazioni Media
Areté Comunicazione
Via Veniero 41
20148 Milano
02.4813854
info@aretecomunicazione.it

Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e ad analizzarne l'utilizzo. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo alle impostazioni.

Chiudendo questo banner si accettano unicamente i cookies tecnici necessari all’utilizzo del sito

Maggiori informazioni