Torna indietro

"Avedisco lancia un appello dopo l'ennesimo caso di ""catena di Sant'Antonio"""

28 luglio 2004

Avedisco lancia un appello dopo l'ennesimo caso di catena di Sant'Antonio: "Ci auguriamo che la legge che mette al bando questo sistema sia approvata al più presto"

Luigi Nadalini, Direttore dell'Associazione che rappresenta la vendita diretta in Italia (www.avedisco.it), interviene sul caso della catena di Sant'Antonio scoperta a Milano, che "vendeva computer e illusioni". Avedisco, Associazione Vendite Dirette Servizio Consumatori, si batte da anni perché vengano messe al bando le vendite piramidali, così dette Catene di Sant'Antonio. Le aziende associate Avedisco nel 2003 hanno registrato un fatturato di oltre 1 miliardo e 100 milioni di euro, dove ogni azienda investe il 10% del fatturato netto in formazione, dà lavoro a 164mila incaricati, vede 2500 occupati nelle aree produzione e amministrazione, oltre all'indotto, e continua a creare sempre nuove opportunità, come è stato sottolineato anche dal Ministro Maroni al Forum del 31 maggio scorso.

"La legge al vaglio della Commissione Attività Produttive della Camera a cura dell'on. Luigi D'Agrò, " dice Nadalini " avrebbe dovuto passare al Senato questo luglio ma è ancora tutto fermo. Più si aspetta più queste truffe aumenteranno. Si tenga presente che quando leggiamo la notizia sul giornale il danno è fatto, migliaia di consumatori sono stati ingannati e tante famiglie sono rovinate. Smettiamo di parlarne e facciamo qualcosa di concreto. Avedisco sono anni che si batte. Speriamo che adesso il Parlamento acceleri l'iter." Si tratta un disegno di legge al quale si era arrivati con un?adesione 'bipartisan' attraverso l'esame di numerose proposte e la consulenza del prof. Sergio Barile dell?università La Sapienza di Roma (Facoltà Economia) che ha evidenziato gli aspetti tecnici e organizzativi peculiari delle vendite piramidali.

Per ulteriori informazioni: Areté Comunicazione Tel 02 4813854 info@aretecomunicazione.it

Cliccando su “Accetta tutti i cookie”, viene accettata la memorizzazione, sul dispositivo, dei cookie che servono a migliorare la navigazione del sito e ad analizzarne l'utilizzo.
Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo alle impostazioni.
Maggiori informazioni