Torna indietro

AVEDISCO: gli italiani si affidano alla Vendita Diretta

l'Associazione rende noti i dati del 1° semestre 2018

20 settembre 2018
AVEDISCO: gli italiani si affidano alla Vendita Diretta
AVEDISCO rende noti i dati del primo semestre 2018 che confermano il mercato del direct selling vivo, dinamico e apprezzato dai consumatori in Italia: le Aziende Associate AVEDISCO nei primi sei mesi del 2018 hanno raggiunto un fatturato di quasi 376 milioni di euro con una crescita del +3.4% in riferimento allo stesso periodo del 2017.
 
Parallelamente anche il valore occupazionale si dimostra in crescita: con oltre 228 mila Incaricati alle Vendite -  +7.5% rispetto al primo semestre dell’anno precedente - quasi 16.000 mila persone in più hanno trovato lavoro attraverso questo modello di business ottenendo  una crescita professionale e un’affermazione personale.
 
L’andamento positivo è confermato dai diversi comparti merceologici: nei primi sei mesi dell’anno il comparto più rappresentativo è quello “alimentare – nutrizionale” con un fatturato che supera i 288 milioni di euro, +4.2%  rispetto allo stesso periodo del 2017. Seguono il settore “cosmesi e accessori moda”, con quasi 30 milioni di euro, e il comparto “casa beni durevoli” con oltre 20 milioni di euro di fatturato. Significativa la crescita del comparto “servizi” che cresce del 28.4% raggiungendo un fatturato di quasi 7 milioni di euro e del settore “tessile” che tocca oltre 10 milioni di euro (+5.4%).
 

Altre notizie che potrebbero interessarti

03 febbraio 2020 Leggi la notizia

DS Factory 0

Conoscere per sopravvivere: il profilo delle competenze del venditore diretto oggi
18 dicembre 2019 Leggi la notizia

Assemblea dei Soci AVEDISCO

Tradizionale incontro di fine anno
03 dicembre 2019 Leggi la notizia

Grave lutto nel mondo della Vendita Diretta

Jim e Kirk Hansen, fondatori Kyäni, morti in un tragico incidente aereo
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Leggi l'informativa prima di continuare